Protezione dei luoghi di lavoro

IL PROBLEMA

L’ufficio, e i luoghi di lavoro in generale, a differenza delle abitazioni, rappresentano un ambiente soggetto a diverse norme volte a garantire la sicurezza unita al benessere igienico-sanitario degli occupanti.

Con l’introduzione del D.Lgs 81 del 2008 e del successivo D.Lgs 106 del 2009, si è voluto legislativamente raggruppare, chiarire e potenziare il livello di sicurezza per ogni tipologia di attività, dando ampio risalto all’esigenza di creare delle condizioni di salubrità negli ambienti di lavoro, con particolare riferimento a:

  1. Il microclima negli uffici che implica la riduzione dello stress da lavoro correlato.
  2. La riduzione della concentrazione di elementi chimici e inquinanti all’interno dei reparti.

I principali fattori di rischio sono legati in gran parte ai comportamenti e alle abitudini del singolo e alla mancata adozione di opportune misure di manutenzione e gestione delle apparecchiature in dotazione.

POLVERE E ALLERGENI La polvere costituisce un ottimo ricettacolo per i microrganismi e favorisce quindi una contaminazione biologica: gli acari della polvere sono un tipico esempio di fonte allergenica.

Un buon accorgimento è quindi assicurarsi che venga effettuata una regolare pulizia delle superfici su cui possono depositarsi polvere e allergeni (moquette, tappeti, divani, libreria, ecc.).

UMIDITA’ Quando l’umidità si accumula sul soffitto, sulle pareti o sotto la pavimentazione, gli agenti inquinanti biologici, quali muffe e batteri, possono iniziare a crescere e a proliferare.
La conseguenza è il rilascio di spore nell’aria che respiriamo.

ARREDAMENTO In condizioni di cattiva gestione e manutenzione, gli arredi possono agire come serbatoi per muffe, microrganismi e allergeni; inoltre tra i prodotti impiegati per le finiture e i materiali di arredo, rilevante è l’uso di prodotti che non hanno ancora completato l’emissione di sostanze chimiche inquinanti come vernici, pitture, adesivi.

PRODOTTI PER LA PULIZIA La maggior parte dei prodotti per la pulizia (sgrassatori, detergenti, disinfettanti, lucidi per mobili, ecc.) rilasciano sostanze chimiche tossiche o irritanti, peggiorando notevolmente la qualità dell’ aria interna.

STAMPANTI LASER, FOTOCOPIATRICI, TONER Le emissioni di polveri di toner, i composti organici volatili e l’ozono emessi nell’aria all’interno dei locali, attraverso l’uso di stampanti laser e fotocopiatrici, possono provocare diversi disturbi attraverso l’emissione di dette sostanze tossiche.

ARCHIVI  Anche gli archivi cartacei per la loro presenza di toner impresso su di esso al momento della stampa, e per il materiale stesso di produzione della carta – per esempio il cloro utilizzato per sbiancare e le colle – sono costanti fonti di inquinamento.

CONDIZIONATORI E DEUMIDIFICATORI Tutti gli elementi che costituiscono i condizionatori possono essere fonte di inquinamento, sia come sito di crescita e moltiplicazione dei contaminanti biologici, sia come trasporto e disseminazione degli stessi. Nei filtri e nei condotti degli apparecchi, possono annidarsi acari, polveri, muffe e allergeni, responsabili di numerose allergie e problemi respiratori. La permanenza negli ambienti chiusi in ogni caso produce effetti negativi sulla salute, a breve o a lungo termine.

LA SOLUZIONE

Migliorare notevolmente la situazione oggi è possibile, sia sul luogo di lavoro che tra le mura domestiche, grazie al Sistema per la Qualità dell’Aria Interna FILTERQUEEN® che, grazie al suo livello unico (99,98% sino a 0,1 micron) di filtraggio dello sporco, dell’inquinamento e degli allergeni presenti nell’aria degli ambienti chiusi è in grado di garantire:

  • Sollievo da allergie ed emicranie
  • Riduzione drastica di raffreddori ed influenze
  • Riduzione di spossatezza e irritabilità
  • Aumento della capacità polmonare
  • Benessere delle vie respiratorie e diminuzione degli attacchi d’asma
  • Aumento dell’attenzione
  • Aumento della produttività lavorativa
  • Miglioramento della concentrazione
  • Miglior funzionamento di tutto l’organismo
  • Miglioramento della qualità della vita